Il mancato finanziamento delle nuove funzioni assegnate alle città metropolitane, e l’apertura di una prospettiva di finanza derivata dopo le aspettative del federalismo fiscale, apre importanti interrogativi che il gruppo intende affrontare. Come sono finanziate le città, le politiche, i progetti urbani? Qual è ruolo dei trasferimenti finanziari e delle risorse proprie per  comuni, province e città metropolitane? Quali sono i tributi residui manovrabili e le basi imponibili di riferimento? Come sono state finanziate alcune politiche e alcuni progetti urbani in città di diverse regioni e di diversa taglia (Milano, Roma, Salerno, Palermo, ecc.)? E qual è il ruolo degli attori privati? A questo si intende accompagnare la riflessione sulle modalità di proposta di un piano europeo di investimenti per le città e per le loro diverse periferie, come proposto nel Rapporto 2016.

Componenti: Sgobbo Alessandro (DIARC Unina), Colelli Francesco (IEFE Bocconi), Ferraina Maurizio (IFEL ANCI), Ferri Andrea (IFEL ANCI), Molteni Tania (IEFE Bocconi)