La città contemporanea deve fronteggiare i rischi dovuti al processo di alterazione del clima e ai suoi effetti incombenti sulla vita urbana, e questa ormai rappresenta una precondizione dello sviluppo. La pianificazione e la progettazione urbanistica devono mutare radicalmente. Un approccio globale alla mitigazione, rivolto alla riduzione delle cause dei processi climalteranti, va affiancato, alla scala locale, da strategie di adattamento, mirate cioè alla modificazione di assetti dello spazio fisico, dei comportamenti delle persone e degli stili di vita. Il gruppo si propone di verificare se e come, nelle pratiche di pianificazione urbanistica, si vada consolidando questa nuova consapevolezza attraverso una mappatura critica di pratiche e linee strategiche nel contesto internazionale e italiano, con la finalità di definire metodologie, linee guida, orientamenti e strumenti partecipativi di supporto alle decisioni delle pubbliche amministrazioni per costruire politiche urbane di resilienza in un’interazione collaborativa con i soggetti che rappresentano il territorio.

Componenti: Grazia Brunetta (DIST Polito), Margherita Carlucci (DISS Sapienza), Alessandro Coppola (GSSI), Paolo De Pascali (DPDTA Sapienza), Denis Grasso (IEFE Bocconi), Eugenio Morello (DASTU Polimi), Francesco Musco (DPPAC Iuav), Liana Ricci (DICEA Sapienza), Alessandro Sgobbo (DIARC Unina)