di Pierluigi Coppola*

Le notizie più recenti sul Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR), il Next generation Ue italiano, descrivono una riscrittura che aumenta la quota investimenti e presta una maggiore attenzione alle città (cfr. gli articoli di Giorgio Santilli sul Sole24Ore del 6 gennaio 2021). Resta però inalterata la preoccupazione, espressa nei giorni scorsi, circa l’assenza degli investimenti necessari per interventi strutturali sulla mobilità sostenibile nelle aree urbane, imprescindibili se si vogliono centrare gli obiettivi di riduzione delle emissioni del Green deal europeo posti come condizione fondamentale per l’approvazione del piano.

Nel documento di ASviS Per un pacchetto di investimenti a favore dello sviluppo sostenibile delle città e dei territori (maggio 2020) era stimato un fabbisogno finanziario decennale di 43,3 miliardi di euro, di cui 33 miliardi per il Trasporto rapido di massa (TRM), cioè servizi ferroviari metropolitani, metropolitane e tramvie, e di 10,3 miliardi per il rinnovo del parco rotabile (bus, treni, tram/metro).

Abbiamo aggiornato queste stime tenendo conto dei vincoli del PNRR, la cantierabilità entro il 2023 e il completamento/rendicontazione entro il 2026 (cfr Tabella 1), ottenendo una nuova stima complessiva pari a 31,2 miliardi così suddivisi:

  • 23,1 miliardi per il TRM, di cui 13,1 tendenziali, cioè già finanziati nelle previsioni di bilancio 2021-2023, e 10 aggiuntivi;

  • 8,1 miliardi per materiale rotabile (bus, treni, tram/metro), di cui 6,9 tendenziali e 1,2 aggiuntivi.

I 23,1 miliardi per il TRM si riferiscono a:

  • 14,3 miliardi previsti dal Contratto di programma RFI 2017-2021 per città metropolitane e stazioni, di cui 6,1 tendenziali e 8,2 aggiuntivi;

  • 8,8 miliardi per interventi previsti dai Piani urbani per la mobilità sostenibile (PUMS), di cui 7 tendenziali e 1,8 aggiuntivi.

Gli interventi RFI riguardano: 1) l’upgrade infrastrutturale e tecnologico dei nodi metropolitani; 2) l’upgrade infrastrutturale e tecnologico delle linee di penetrazione metropolitana; 3) gli interventi nelle stazioni.

Gli interventi dei PUMS riguardano: 1) il potenziamento di linee esistenti (ad esempio gli interventi per l’aumento di capacità delle metropolitane, e l’upgrade delle linee esistenti; 2) il completamento e l’estensione della rete di tram e metropolitana esistente.

Di seguito si forniscono alcuni esempi che riguardano le principali aree urbane italiane.

ROMA

RFI: 2,7 miliardi per:

  • upgrading infrastrutturale e tecnologico nodo di Roma (1,6 Mld euro);
  • infrastrutturazione dell’area della stazione Tiburtina e nodo di interscambio;
  • raddoppio di tratte ferroviarie metropolitane (linee Roma-Viterbo, Aprilia-Nettuno, Lunghezza-Guidonia);
  • interventi di potenziamento delle linee per il servizio metropolitano (linee Castelli Romani)
  • nodi di interscambio (Roma-Pigneto);

PUMS: 1,4 miliardi per:

  • potenziamento delle ferrovie metropolitane (546 milioni);
  • ammodernamento linee metro A e B (297 milioni);
  • estensione della rete tramviaria (421 milioni);
  • funivie (140 milioni).

MILANO

RFI: 1,6 miliardi per:

  • upgrading infrastrutturale e tecnologico del nodo di Milano (1,27 miliardi di euro);
  • raddoppi di tratte ferroviarie metropolitane (Linea Milano-Mortara -prima fase; Tavazzano-Lodi).

PUMS: 1,35 miliardi per:

  • potenziamento delle metropolitane/tram (650 milioni);
  • estensione della rete di metropolitane/tram (700 milioni).

NAPOLI

RFI: 0,71 miliardi per:

  • upgrading infrastrutturale e tecnologico nodo di Napoli.

PUMS; 0,77 miliardi per:

  • potenziamento metropolitane/ferrovie metropolitane (250 milioni);
  • estensione rete metropolitane/tram (523 milioni).

FIRENZE

583 milioni per l’estensione della rete tramviaria.

BOLOGNA

511 milioni per la linea 1 del Tram.

TORINO

334 milioni per l’estensione della rete metropolitana.

Tabella 1 – Stima del fabbisogno finanziario per parco veicolare e trasporto rapido di massa nelle città

Fabbisogno (Mld Euro) totale tendenziale aggiuntivo
Totale (A+B) 31,2 20,0 11,2
Parco veicolare (Bus, treni, tram/metro) (A) 8,1 6,9 1,2
Trasporto Rapido di Massa (B=b1+b2) 23,1 13,1 10,0
       
b1.Contratto di Programma RFI (Città metropolitane e Piano Stazioni) 14,3 6,1 8,2
Upgrade infrastrutturale e tecnologico dei nodi 9,5 4,0 5,5
Upgrade infrastrutturale e tecnologico di linea 2,5 1,0 1,5
Interventi nelle stazioni 2,3 1,1 1,2
       
b2.PUMS 8,8 7,0 1,8
Potenziamento 2,5 2,5  
Completamento/Estensione rete 6,3 4,5 1,8
     

*Politecnico di Milano                                                                                            pierluigi.coppola@polimi.it