Il destino delle discoteche abbandonate

Alla fine degli anni novanta, Aldo Bononi descrisse un arcipelago del divertimento costellato da villaggi vacanze, alberghi, bar, ristoranti, parchi a tema, motel del sesso a pagamento e discoteche, capillarmente serviti da un sistema infrastrutturale efficiente di autostrade, parcheggi e stazioni di servizio; si tratta del quadrilatero che si estende tra Verona, Venezia, Rimini e Bologna, ed è denominato da Bonomi come “Distretto del piacere”…
di Francesco Gastaldi* e Simone Dalla Costa** Leggi tutto

Un hub per la rigenerazione urbana in Emilia-Romagna

L’offerta di spazi per la rigenerazione urbana è in un qualche modo legata all’emergere di una domanda di qualità sociale e di nuove forme di riappropriazione, fra le quali quelle del riuso temporaneo. Dal quadro regionale delle esperienze in corso (ne sono state segnalate 55), si possono ricavare in questa fase alcune indicazioni seppur parziali, ma significative del ruolo e delle prospettive delle pratiche di riuso temporaneo nel sostegno…
di Luciano Vecchi* Leggi tutto

Bocconi, le competenze come antidoto alla semplificazione

Con l’apertura del nuovo anno accademico la Bocconi inaugura un nuovo complesso che si estende sui 35.000 mq della ex Centrale del latte di Milano. Oltre la metà della superfice è destinata a verde ed aperta al pubblico. Contestualmente è stata pedonalizzata l’area di Piazza Sraffa che si integra così nel grande campus urbano dell’Università. Sia l’area della Centrale del latte che Piazza Sraffa erano state cedute dal Comune all’Università una decina di anni fa. Si completa così un intervento di rigenerazione urbana…
di Edoardo Croci* Leggi tutto

Rigenerazione urbana a livello regionale

Negli ultimi anni, sempre più spesso si parla di rigenerazione urbana; tuttavia, quando si osserva tale fenomeno, è bene distinguere le attività di micro-rigenerazione da quelle di macro-rigenerazione. Infatti, mentre le amministrazioni comunali hanno prestato maggiore attenzione alle prime, i legislatori regionali hanno disciplinato le seconde.
di Roberta Tonanzi* Leggi tutto

Politiche nazionali per la rigenerazione urbana

Il tentativo del legislatore nazionale di individuare una strategia chiara e puntuale dedicata esclusivamente alle città si è avuto, per la prima volta, con la costituzione di un ministero per i problemi delle aree urbane del 1987. L’attenzione alle politiche pubbliche per le città è stata particolarmente accentuata con la grave crisi economica che investe l’Italia dal 2007; in questo contesto….
di Iuliana Grigorut* Leggi tutto

Il ruolo della finanza nella rigenerazione urbana

Il IV Rapporto Urban@it sulle città italiane è stato presentato a Genova il 17 maggio scorso al Dipartimento Architettura e Design dell’Università. Dopo i saluti istituzionali del Direttore del Dipartimento Niccolò Casiddu, è intervenuto Simone Ombuen, uno degli autori del volume. Dopo l’illustrazione dei contenuti del Rapporto, articolati nelle tre parti in cui esso si suddivide (le dinamiche economiche urbane, gli spazi della trasformazione….
di Giampiero Lombardini* Leggi tutto

La CGIL sul documento programmatico dell’INU

La CGIL ha partecipato al dibattito proposto dall’INU, condividendo scenario, punti enunciati e approccio, integrato e multilivello, in linea con le nostre più recenti elaborazioni, nelle quali tentiamo di coniugare azione contrattuale con esigenze di tutela ambientale, equità sociale, sviluppo economico. Con riferimento agli ambiti urbani noi parliamo, infatti, di città sostenibili perché in tali contesti sono strettamente integrati i principali fattori di sostenibilità ambientale e sociale…
di Laura Mariani* Leggi tutto

Scali ferroviari e rigenerazione urbana

La questione della valorizzazione degli scali ferroviari (dismessi o sottoutilizzati), e dei processi di rigenerazione e trasformazione urbana che potrebbero derivarne, in molte città italiane risulta essere in strettissima correlazione con quella che riguarda altri vuoti urbani di aree produttive (in molti casi dovuti alla recente fase di crisi economica) e ai grandi contenitori pubblici dismessi (ex caserme, ex ospedali, ex mercati generali, ex macelli, ex impianti energetici). di Francesco Gastaldi * Leggi tutto

Dai bandi alla strategia: ecco il futuro delle città

Passare dai bandi alla strategia per rigenerare le città a partire dalle loro periferie. È il tema centrale della Relazione conclusiva della Commissione della Camera della XVII Legislatura sulle periferie votata all’unanimità il 14 dicembre 2017. Da qui ha preso le mosse il Position paper di Ifel e Urban@it Il finanziamento ordinario delle politiche per la rigenerazione urbana….
di Guido Castelli* e Walter Vitali** Leggi tutto